sabato 4 gennaio 2020

Il mio voto alle elezioni regionali dell'Emilia-Romagna

Foto scattata con Elly Schlein e Igor Taruffi

Quando si iniziò a parlare di elezioni regionali in Emilia-Romagna dissi a me stesso di non voler fare campagna elettorale. Non riuscivo a trovare una proposta politica per cui spendere tempo e energie. Ho sempre fatto politica per qualcosa e mai contro qualcosa o qualcuno e, nonostante percepissi il pericolo tuttora presente di una vittoria della destra, non volevo affrontare una campagna solo per paura.

Con il lancio di Emilia-Romagna Coraggiosa Ecologista e Progressista ho percepito di non essere solo nel desiderare un progetto in cui credere. Pensavo e penso ancora che Bonaccini vada tirato a sinistra, vada spinto verso un mondo dal quale si è progressivamente allontanato. Sono convinto che questo ruolo sia interpretato da Coraggiosa che, mettendo in campo proposte innovative e ben salde a sinistra, sta di fatto già condizionando le proposte che la coalizione di Centrosinistra sta avanzando. Penso sia di fondamentale importanza, per il futuro dell'Emilia-Romagna, sostenere Emilia-Romagna Coraggiosa. Con proposte molto ambiziose vuole portare la cultura ambientale nella regione del futuro. È vero: l'Emilia-Romagna è una regione di qualità ma non per questo si può smettere di migliorare, di calibrare meglio, di inserire nuovi sguardi verso nuovi orizzonti. Emilia-Romagna Coraggiosa fa questo: parte dai valori che l'Emilia-Romagna possiede per migliorarla.

Nonostante non ami i personalismi la legge elettorale regionale prevede la possibilità di esprimere due preferenze purché siano di genere diverso. Ho scelto di sostenere Elly Schlein e Igor Taruffi: due persone di qualità e spessore impegnate da anni in più livelli, sempre con l'obbiettivo di ridurre le diseguaglianze sociali ed estendere diritti al fianco delle fasce più deboli.
 Da cittadino più che da attivista sento forte la necessità di essere rappresentato da due persone come Elly Schlein e Igor Taruffi nel prossimo Consiglio Regionale. Non solo per un fatto di appartenenza a un'area politica, soprattutto per il valore che potrà avere la loro presenza in quel contesto.
Non amando i personalismi in politica mi sono trovato raramente ad appoggiare pubblicamente candidati. Preferisco concentrarmi più sulle proposte. In questo caso però i due piani coincidono.

Per il momento l'invito è quello di vederci al mercato di Martedì 7 Gennaio a Sasso Marconi dove, dalle 9,30 alle 10,30, sarà presente Igor Taruffi.

0 commenti: