giovedì 1 settembre 2016

La colpa di non essere genitore



Trovo il manifesto della fertilità semplicemente scandaloso. Preciso, perchè ieri mi hanno accusato di offendere quando definisco "pastrocchio" la riforma costituzionale, che "scandaloso" è usato appropriatamente e vi spiego perchè.

Il Ministro Lorenzin esalta la maternità colpevolizzando chi di figli non ne fa o chi non ne ha avuti. E' semplicemente scandaloso perchè mistifica quella che è la realtà di questo Paese. Un Paese che si è fatto dire dalla consulta che il divieto alla fecondazione eterologa è incostituzionale; un Paese sempre più incerto, con un peggioramento del welfare; un Paese in cui non sai se domani lavorerai perchè il tuo padrone può decidere che non gli servi più. Lorenzin, questo è un Paese dove una donna appena assunta firma la lettera di dimissioni sulla quale, fra le motivazioni, c'è la maternità. Questo è un Paese nel quale molte categorie di lavoratrici non hanno diritto alla maternità.

Lorenzin, abbiamo ancora gli obbiettori di coscenza: un medico può rifiutarsi di garantire il diritto all'aborto riconosciuto da una legge dello Stato, un diritto conquistato viene così disatteso. Nel suo manifesto, Lorenzin, manca solo il riferimento alla razza e poi potremmo dire che la storia si ripete. Lei non è nelle condizioni politiche, sociali e culturali per colpevolizzare chi di figli non ne fa o non ne può fare: state sottraendo i diritti a una vita dignitosa. 

E non potete neanche più nascondervi dietro al Papa perchè è stato il primo a capire le coppie che non fanno figli. Lorenzin, non garantite neanche un'informazione imparziale: solo da poco tempo la TV riesce a divulgare i metodi contraccettivi, e non la TV pubblica.

Mi chiedo se quando stava scrivendo il manifesto provasse un accenno di vergogna. Perchè uno Stato che non garantisce determinati diritti, non può permettersi di stigmatizzare chi di figli non ne ha.

0 commenti: